INFO SU PAGAMENTO CONTRIBUTO E ESONERO TASSE

Tasse scolastiche

Si ricorda l’obbligo di versamento delle tasse erariali per le sole classi QUARTE E QUINTE secondo le modalità sotto indicate:

Classe Tassa d'iscrizione Tassa di frequenza Totale C.C.P. Intestato a Causale
IV € 6,04 € 15,13 € 21,17 1016 Agenzia delle Entrate Tassa d' iscrizione e di frequenza
V  --- €15,13 €15,13 1016 Agenzia delle Entrate Tassa di frequenza

Il versamento relativo alle tasse erariali è valido anche in caso di trasferimento ad altra scuola.

Le tasse scolastiche devono essere pagate tramite la piattaforma PagoinRete, oppure tramite bollettino postale/modello F24 (vedi circ. 652 del 17/01/2020).

Esonero dal pagamento tasse erariali (tassa di frequenza e iscrizione)

Ai sensi del Decreto legislativo 16 Aprile 1994, n. 297, art. 200, l’esonero dal pagamento delle tasse scolastiche può essere consentito:

 - per merito: media non inferiore ad 8/10 nello scrutinio di fine anno;

 - per motivi economici: il decreto del Ministero dell’istruzione, Università e Ricerca n. 370 del 19 aprile 2019 ha previsto l’esonero totale dal pagamento per gli studenti del quarto e quinto anno appartenenti a nuclei familiari il cui valore dell’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) è pari o inferiore a euro 20.000. Nella determinazione del reddito familiare devono essere computati tutti i redditi prodotti dai componenti, anche quelli esenti da imposte o soggetti a ritenuta alla fonte o ad imposta sostitutiva se superiori a quanto previsto. Nel caso di studenti – lavoratori il reddito da prendere in considerazione sarà quello proprio dello studente, se lavoratore dipendente; in ogni altro caso si terrà conto del reddito complessivo dei familiari obbligati al mantenimento (art. 433 codice civile);

- per appartenenza a speciali categorie di beneficiari: (a) orfani di guerra, per causa di servizio e di lavoro; (b) figli di mutilati o di invalidi di guerra, per causa di servizio e di lavoro; (c) ciechi civili; (d) studenti stranieri, in condizioni di reciprocità.

Le domande dirette ad ottenere l’esonero dalle tasse vanno presentate in carta semplice, al D.S. dell’Istituto, compilando l’apposito modulo RICHIESTA di ESONERO pubblicato al link

 

Contributo scolastico di istituto (volontario) -

(vedasi circolare di quest’ufficio, prot. n. 379 del 10/01/2020 - allegata in calce

Come deliberato dal Consiglio di Istituto, all’atto dell’iscrizione viene anche richiesta copia del versamento di euro 180 previsto per le forniture relative alle attività di laboratorio, l’assicurazione scolastica obbligatoria (infortuni e responsabilità civile) dello studente ed il libretto di giustificazione, ampliamento dell’offerta formativa (nota prot. n. 379 del 10/01/2020), contributo che si ricorda essere volontario. Si precisa comunque l’obbligo di rimborsare la scuola in relazione alla quota specifica per l’assicurazione scolastica ed il libretto di giustificazione che ammonta per l’a.s. 2021/22 ad euro 20 (rif. Circolare ministeriale n. 312 del 20/03/2012).

Il versamento deve essere effettuato sulla piattaforma PagoinRete.

Si informano le gentili famiglie che come previsto dalla legge 40/2007 art. 13, possono fruire della detrazione fiscale del contributo, prevista per le persone fisiche ovvero della deduzione per le persone giuridiche. Tale possibilità può esprimersi rivolgendosi alla propria Banca o all’ Ufficio Postale o nelle altre modalità indicate nella legge 40 del 2007. Riportando nella causale il fine del contributo che è previsto per a) innovazione tecnologica; b) edilizia scolastica; c) ampliamento offerta formativa. E’ dunque previsto la concessione del credito d’imposta e in particolare il contributo volontario in denaro che per la legge 40/2007 è pari al 19%. Inoltre con la legge 107/15 la concessione del credito d’imposta è stata ancora ampliata ( L.107/15 art.1 comma 145) prevedendo il credito d’imposta fino al 65% per le erogazioni liberali finalizzati ad investimenti e innovazioni tecnologiche della scuola (Lett. a), c.d. “School Bonus”.

Al fine di assicurare alle famiglie le dovute informazioni in merito alla gestione dei contributi scolastici versati, al termine dell’A.S. sarà pubblicata relativa rendicontazione.

 

 

 

Pubblicata il 11-01-2020