imagealt

ISCRIZIONI A.S. 2021/22 CLASSI II-IV-V

In riferimento alla Circolare Ministeriale prot. n. 20621 del 12/11/ 2020, si comunica che, l’iscrizione per l’anno successivo è disposta d’ufficio. 

La scelta di avvalersi o non avvalersi della religione cattolica, effettuata al momento dell’iscrizione alla classe prima, ha valore per l’intero corso di studi, fatto salvo il diritto di modificarla per l’anno successivo entro il 31 gennaio dell’anno 2021 comunicando direttamente all’ufficio didattica con domanda scritta.

Tasse scolastiche

Si ricorda l’obbligo di versamento delle tasse erariali per le sole classi QUARTE E QUINTE secondo le modalità sotto indicate:

CLASSE TASSA ISCRIZIONE TASSA FREQUENZA TOTALE INTESTATO A  CAUSALE
IV € 6,04 € 15,13 € 21, 17 Agenzia delle Entrate Tassa di iscrizione e di frequenza
V - € 15,13 € 15,13 Agenzia delle Entrate Tassa di frequenza

La modalità di pagamento con F24 deve fare riferimento ai seguenti codici tributo (rif. risoluzione numero 106 del 17 dicembre 2019 dell’Agenzia delle Entrate) istituti dall’Agenzia delle Entrate:

 TSC1 denominato “Tasse scolastiche – iscrizione”;

 TSC2 denominato “Tasse scolastiche – frequenza”;

 TSC3 denominato “Tasse scolastiche – esame”;

 TSC4 denominato “Tasse scolastiche – diploma”.

(rif. decreto Crescita- articolo 4-quater, comma 1, del decreto-legge 30 aprile 2019, n. 34, convertito con modificazioni dalla legge 28 giugno 2019, n. 58, che ha aggiunto all’articolo 17, comma 2, del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, la lettera h-septies, che estende alle tasse scolastiche il versamento unitario e la compensazione). 

Il versamento relativo alle tasse erariali è valido anche in caso di trasferimento ad altra scuola. Si ricorda che sul bollettino il nominativo dell’esecutore deve essere quello dello studente e non del genitore.

Esonero dal pagamento tasse erariali (tassa di frequenza e iscrizione)

Ai sensi del Decreto legislativo 16 Aprile 1994, n. 297, art. 200, l’esonero dal pagamento delle tasse scolastiche può essere consentito:

 per merito: media non inferiore ad 8/10 nello scrutinio di fine anno;

 per motivi economici: il decreto del Ministero dell’istruzione, Università e Ricerca n. 370 del 19 aprile 2019 ha previsto l’esonero totale dal pagamento per gli studenti del quarto e quinto anno appartenenti a nuclei familiari il cui valore dell’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) è pari o inferiore a euro 20.000. Nella determinazione del reddito familiare devono essere computati tutti i redditi prodotti dai componenti, anche quelli esenti da imposte o soggetti a ritenuta alla fonte o ad imposta sostitutiva se superiori a quanto previsto. Nel caso di studenti – lavoratori il reddito da prendere in considerazione sarà quello proprio dello studente, se lavoratore dipendente; in ogni altro caso si terrà conto del reddito complessivo dei familiari obbligati al mantenimento (art. 433 codice civile);

 per appartenenza a speciali categorie di beneficiari:

a) orfani di guerra, per causa di servizio e di lavoro;

b) figli di mutilati o di invalidi di guerra, per causa di servizio e di lavoro;

c) ciechi civili;

d) studenti stranieri, in condizioni di reciprocità.

Le domande dirette ad ottenere l’esonero dalle tasse vanno presentate in carta semplice, al D.S. dell’Istituto, compilando l’apposito modulo RICHIESTA di ESONERO. 

Contributo scolastico di istituto (volontario) - vedasi circolare di quest’ufficio, prot. n. 379 del 10/01/2020